per Agostino
 
 
 
 

"Da oggi, venerdì 24 febbraio 2012, il campo principale del centro sportivo di Trigoria si chiamerà “campo Agostino Di Bartolomei”. Coinvolgente e suggestiva la cerimonia di intitolazione che si è avuta questa mattina presso il “Fulvio Bernardini” che ha visto la presenza della moglie e del figlio del Capitano del secondo Scudetto giallorosso, Marisa e Luca, oltre che di numerosi compagni di Ago di quella grande Roma della prima metà degli anni Ottanta. La Società ha reso omaggio all’indimenticato campione, scomparso prematuramente il 30 maggio 1984, con questo gesto simbolico ma significativo, con Baldini e Fenucci a fare gli onori di casa, accompagnati da Sabatini e da Totti e De Rossi, a rappresentare al meglio la Prima Squadra.
La cerimonia, seguita in diretta dalle telecamere di Roma Channel, ha visto momenti toccanti, come quello che ha coinvolto Luca Di Bartolomei e Franco Baldini nel momento di scoperta della targa o come quello che ha visto chiamare in causa gli ex giocatori giallorossi sulle note della “Leva calcistica del ‘68” di De Gregori. Emozionante poi anche l’entrata sul campo dei 51 ragazzi del Settore Giovanile ad inizio cerimonia, con una simbolica fascia di capitano a testa: i “51 capitani del futuro” li ha giustamente chiamati il presentatore dell’evento, Matteo Vespasiani di Roma Channel.
Ha preso quindi la parola l’AD Fenucci che ha salutato i presenti: “Ringrazio tutti quelli che sono oggi qui: in primo luogo i compagni di squadra di Agostino che arrivarono all’epoca a raggiungere obiettivi incredibili. Un grazie poi va a tutti i tifosi, che purtroppo oggi solo in parte abbiamo potuto ospitare. Intestare questo terreno di gioco a Di Bartolomei è legato proprio alla voglia da parte della società di creare un legame tra passato e futuro, dato che su questo campo gioca la nostra Primavera”.
Poi è stata la volta del DG Baldini che ha sottolineato che “il calcio ha bisogno di eroi. E chi se non Agostino è stato un eroe per la gente giallorossa? Lui, come pochissimi altri hanno fatto e faranno la storia della Roma. Noi dobbiamo essergli debitori. Oggi Ago è tornato a casa”.
Infine il discorso di un emozionato Luca Di Bartolomei: “Voglio ringraziare tutti. Oggi state restituendo alla mia famiglia e a me qualcosa di enorme. Grazie ai tifosi, che sono i veri proprietari della Roma. Grazie per l’affetto e per averci fatto sentire Ago ogni giorno più vicino. Grazie a chi si è ricordato che questa è casa sua e che da oggi lo sarà ancora”.
La cerimonia, che ha visto anche la presenza di Maurizio Stroppiana (DG della Mondo, società che ha realizzato l’erba sintetica del campo), si è poi conclusa con la benedizione del terreno di gioco.
Splendida mattina di Roma, quindi: nel nome di Ago, un campione vero, un leader silenzioso ma amato in campo dai compagni e fuori dal rettangolo verde dalla gente romanista, un atleta serio e stimato che ha fatto la storia di questo club… e che da oggi ha un posto anche “dentro” quella che è stata e sarà la sua casa, per sempre."

dal sito ufficiale della As Roma

 
  
 
 
 
 
 

chi vuole può mandarmi foto   cliccando qui  

 
Prima Pagina  2008-2009   2007-2008  2006-2007 2005-2006 2004-2005  2003-2004  2002-2003  2001-2002  2000-2001  1999-2000  Gruppi